Cristina Silvestri - Pink Ambassador

Eccomi qui, da oggi Pink Ambassador (anche) perché poco più di 3 anni fa sono stata quella donna su 7 che ogni anno si ammala di tumore al seno. 1 su 7: più che una statistica  un memento. Un numero enorme, talmente tanto che non ho mai pensato 'perché a me?' quanto piuttosto 'perché non a me?'. E da li ho cominciato ad allenare mente e corpo per correre, metaforicamente, più veloce del tumore, per arrivare prima io.Oggi, con qualche pezzo in meno e qualche segno e insegnamento in più mi metto a correre anche fisicamente assieme alla ricerca che è l'unica strada per salvarci la vita. All'inizio del mio percorso di cura, un amico scienziato mi ha detto che non dobbiamo sperare di non ammalarci mai ma che accada il più tardi possibile perché la ricerca avrà fatto passi avanti. E' così. E già oggi posso dire di sentirmi baciata dalla fortuna della ricerca. Ma manca ancora un pezzettino. Bisogna ancora correre l'ultimo miglio per poter dire che possiamo affrontare i tumori femminili al pari di un'influenza non solo nelle statistiche. Per questo vi chiedo di aiutarmi a contribuire alla raccolta fondi per sostenere la ricerca scientifica sui tumori femminili della Fondazione Umberto Veronesi.Io ci metto le gambe, voi metteteci il cuore.Love u

Cristina Silvestri - Pink Ambassador

Raccolta fondi di Cristina Silvestri
Regione LAZIO


Eccomi qui, da oggi Pink Ambassador (anche) perché poco più di 3 anni fa sono stata quella donna su 7 che ogni anno si ammala di tumore al seno. 

1 su 7: più che una statistica  un memento. 

Un numero enorme, talmente tanto che non ho mai pensato 'perché a me?' quanto piuttosto 'perché non a me?'. 

E da li ho cominciato ad allenare mente e corpo per correre, metaforicamente, più veloce del tumore, per arrivare prima io.

Oggi, con qualche pezzo in meno e qualche segno e insegnamento in più mi metto a correre anche fisicamente assieme alla ricerca che è l'unica strada per salvarci la vita. 

All'inizio del mio percorso di cura, un amico scienziato mi ha detto che non dobbiamo sperare di non ammalarci mai ma che accada il più tardi possibile perché la ricerca avrà fatto passi avanti. 

E' così. 

E già oggi posso dire di sentirmi baciata dalla fortuna della ricerca. 

Ma manca ancora un pezzettino. Bisogna ancora correre l'ultimo miglio per poter dire che possiamo affrontare i tumori femminili al pari di un'influenza non solo nelle statistiche. 

Per questo vi chiedo di aiutarmi a contribuire alla raccolta fondi per sostenere la ricerca scientifica sui tumori femminili della Fondazione Umberto Veronesi.

Io ci metto le gambe, voi metteteci il cuore.

Love u

570 €

-181 Giorni
57%
1.000 €
16 Donazioni
Condividi
La campagna sostiene: Pink Ambassador 2022

DONA ORA

Puoi donare anche per

DONA ORA